Vendita casa e coronavirus: cosa fare?

Cosa fare se si ha in progetto la vendita di una casa ma il coronavirus ci mette i bastoni fra le ruote?

Conviene aspettare oppure no?

I prezzi scenderanno?


Prenota una consulenza personalizzata o sottoponi la tua domanda gratuitamente cliccando qui!


Sono tantissimi i dubbi e le incertezze in questo momento, e probabilmente la casa è l’ultimo dei tuoi pensieri. In ogni caso voglio contribuire anche io a darti qualche informazione utile.

Anche se in questo momento non si possono fare appuntamenti in casa per avere una valutazione e non puoi mostrare la tua proprietà ad acquirenti interessati, puoi comunque fare dei passi avanti nel processo di vendita.

Indice

  1. Cosa succede al mercato immobiliare?
  2. Conviene vendere casa ai tempi di coronavirus?
  3. Conviene comprare casa dopo il coronavirus?
  4. Cosa fare in questo momento?
  5. Vendita casa e coronavirus: se già si sta vendendo cosa fare?

Se vuoi scoprire qual’è il mutuo migliore per le tue esigenze e capire subito la fattibilità ci sono diversi servizi online che ti permettono di farlo gratuitamente. Personalmente ti consiglio Mutui Supermarket.

Cosa succede al mercato immobiliare?

Milano-7%
Roma-12%

Secondo le stime di Scenari Immobiliari, le compravendite di case hanno subito un calo del 7% in Lombardia nel primo bimestre del 2020, percentuale che sale al 12% a Roma.

Cosa significa?

In realtà dobbiamo prendere questi dati con le pinze. Si parla di stime e quindi non di dati reali e accertati.

Altro fattore da considerare è che le visite negli appartamenti, le trattative, le stipule di contratti…Tutte le attività sono sospese o procedono molto, molto a rilento.

E’ chiaro che se la situazione si dovesse prolungare ancora a lungo (per diversi mesi), ci potrebbe essere una diminuzione anche dei prezzi di vendita.

Al momento comunque è inutile fare inutili allarmismi e profetizzare il crollo del mercato immobiliare.

In ogni caso mercati dinamici come quello di Milano e periferia probabilmente sapranno riprendere il ritmo che avevano fino a qualche settimana fa.

Se vuoi approfondire cosa accadrà nei prossimi mesi sul mercato immobiliare leggi l’articolo: Immobiliare e coronavirus: Il futuro del mercato?

Conviene vendere casa ai tempi di coronavirus?

Mercato immobiliare e coronavirus, vendere casa conviene?
Mercato immobiliare e coronavirus, vendere casa conviene?

Questa è una domanda difficile.


Prenota una consulenza personalizzata o sottoponi la tua domanda gratuitamente cliccando qui!


E’ una situazione nuova e inaspettata. Ovviamente in questo frangente è praticamente impossibile fare le attività che servono per trovare un acquirente interessato (visite, trattative ecc…). Tutto viene rimandato a quando il “coprifuoco” sarà terminato.

Per il momento non si può nemmeno avere una indicazione sui prezzi dato che le compravendite sono ferme.

Il mio consiglio è, se si ha in progetto di di vendere, attivarsi il prima possibile, con lo scopo di evitare il calo dei prezzi se la situazione si dovesse prolungare.

Articoli correlati:

Le stime attualmente parlano di una riduzione importante del numero di compravendite (circa 50 mila solo nel 2020 rispetto al 2019).

Per quanto riguarda i prezzi sembra che non caleranno in maniera importante, si parla di una riduzione dei valori fino al 4% tra 2020 e 2021 (Nomisma – osservatorio immobiliare).

Quindi chi aveva in programma di vendere casa, stando alle stime di oggi (13/04/2020) potrà farlo a valori non troppo diversi da quelli pre-epidemia.

Conviene comprare casa dopo il coronavirus?

Tante persone si stanno chiedendo se passata l’emergenza sanitaria sia un buon momento per acquistare casa, sperando magari in una riduzione dei prezzi.

Riprendendo quanto detto nel paragrafo precedente il post-epidemia potrebbe essere un buon momento anche per comprare.

  • L’aumento dell’offerta sul mercato darà maggiore possibilità di scelta
  • I tassi d’interesse sui mutui sono ai minimi e probabilmente verranno mantenuti tali nei prossimi mesi
  • L’aumento dell’offerta e la riduzione della domanda potrebbero portare ad un calo dei prezzi

Una piccola nota: anche in questo momento si può comprare una casa. Tante agenzie si sono adoperate per fare visite virtuali e sottoscrivere proposte d’acquisto a distanza. I notai continuano a lavorare. Sono curioso anche di sapere come la pensi al riguardo: Compreresti una casa senza vederla fisicamente?

Cosa fare in questo momento?

Quindi chi ha in programma la vendita di una casa ai tempi del coronavirus cosa può fare?

Molte cose, in realtà!

Vendita casa e coronavirus: se già si sta vendendo cosa fare?

In questo caso la cosa migliore da fare è prolungare gli impegni contrattuali, come l’incarico di mediazione, eventuali scadenze di contratti preliminari, mutui…

Puoi trovare un approfondimento in questo articolo: Casa e coronavirus: cosa fare se la compravendita rimane a metà?

Se invece avresti dovuto traslocare in questo periodo ti consiglio di leggere: Trasloco e coronavirus: si può cambiare casa?

Ti consiglio di parlare con il professionista che sta seguendo la tua vendita per mettere in campo i giusti accorgimenti.

Se vuoi un consiglio scrivi un commento o puoi fare una domanda sul mondo immobiliare o effettuare un calcolo immobiliare online gratuitamente!

E tu come stai affrontando questo periodo? cosa pensi al riguardo?

Se questo articolo ti è stato d’aiuto supporta il blog con un caffè!

Jacopo

Dal 2018 mi occupo di mercato immobiliare. Nel 2019 ho svolto operazioni immobiliare per poco meno di un milione di euro e negli anni ho lavorato con agenzie e aziende di settore, tra cui Facile Immobiliare e Facile Ristrutturare. Adesso aiuto le persone a realizzare i loro progetti di acquisto, vendita e investimento nel mercato immobiliare come consulente e con i contenuti settimanali sui miei siti e canale youtube. Nel tempo libero le mie passioni sono 3: Sport (in questo momento triathlon), studio e viaggi.

11 pensieri su “Vendita casa e coronavirus: cosa fare?

    1. Buonasera Giuseppe, purtroppo la risposta esula dalle mie competenze e devo dire che non c’è nemmeno troppa chiarezza nei decreti.
      Alla luce degli sviluppi degli ultimi giorni direi di no. Per quanto riguarda i miei clienti tutti i rogiti sono rimandati.

      In questo caso le consiglio di chiedere al suo avvocato se ci sono rischi penali per lei, oppure direttamente al notaio che dovrebbe stipulare l’atto.

      Se avesse bisogno può contattarmi,
      buona serata!

  1. Buongiorno, purtroppo in questa situazione mi trovo con una proposta d acquisto accettata per la vendita della mia prima casa dove mi trovo tuttora per le disposizioni governative e una proposta d acquisto accettata per l acquisto di una casa che però necessita di ristrutturazione per poterla abitare.. si stava per entrambe procedendo con le procedure per i rogiti.. ora la pandemia ha completamente stravolto le mie intenzioni iniziali che erano in buona fede (le proposte risalgono a dicembre e a inizio gennaio).. la situazione di pandemia può influire sulla inadempienza di andare ai rogiti? Grazie fin d ora per l eventuale aiuto

    1. Buongiorno Antonella e grazie per la domanda!

      Si, la situazione di pandemia è da considerarsi una causa di forza maggiore e quindi potrebbe causare la risoluzione di un contratto, con restituzione degli anticipi versati.

      Il mio consiglio è comunque di valutare attentamente il caso specifico. Ogni situazione è a se e va approfondita con l’aiuto del suo consulente. Se avesse bisogno non esiti a contattarmi anche in privato alla mail jacopo.tartaglia@outlook.it o sui miei canali social, indicando i suoi recapiti per approfondire la situazione.

  2. Mi scade il contratto di agenzia fra 15 giorni… Non voglio vendere più casa non voglio pagare la penale… Posso prendere la scusa per la pandemia…. Graziw

    1. Buongiorno Marianna,grazie per il commento
      Purtroppo la pandemia non è di per se un motivo valido per non rispettare un impegno contrattuale.
      Un modo per far cessare prima dei termini previsti gli obblighi derivanti da un contratto è quello di trovare un accordo con la controparte.
      Vincenzo Tartaglia
      team Il Blog Immobiliare

  3. Buongiorno sto per vendere casa ( c’è qualche proposta concreta) io devo ancora trovare la nuova casa, ovviamente mi son preso tempi per cercarla ma cosa posso fare inserire nel contratto per far si che vengo tutelato in caso ci fosse un nuovo lockdown e quindi impossibilitato a cercare una nuova casa?

    1. Ciao Simone, dovreste inserire una clausola ad hoc nel preliminare. Attenzione perché quella che chiamiamo “proposta”, se formalizzate in modalità scritta, vale già come preliminare. Attenzione quindi ad inserire tale clausola fin dalla proposta.

      Se dovessi aver bisogno di qualcuno che ti scriva la clausola de inserire nel contratto in maniera corretta puoi prenotare attraverso questo link https://jacopotartaglia.it/home/consulenze-immobiliari/

      Spero di essere stato utile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
1
Serve aiuto?
Ciao! Sarò da te il prima possibile, intanto puoi scrivere la tua domanda 👉