Spese Acquisto Prima Casa: agenzia, notaio, tasse…

Quanto costa nel 2021 l’acquisto di una prima casa? Quali sono le spese da sostenere? Leggendo questo articolo troverai tutte le spese per l’acquisto di una prima casa.

Non voglio spaventarti, ma se hai in progetto di comprare un immobile come prima casa, è giusto che tu conosca tutti gli esborsi che dovrai affrontare.

Articoli correlati

Risorse utili

I costi per acquistare un immobile

Le spese per acquistare una prima casa possono variare, anche di molto, a seconda delle condizioni d’acquisto, del luogo e del valore di compravendita. Se conosci le regole base, puoi però riuscire senza problemi a farti valere, senza prendere fregature.

Se non vuoi perdere tempo nella lettura di questo articolo clicca qui e richiedi il preventivo gratuitamente online.

Se invece vuoi preventivare il tuo mutuo e scegliere quello più conveniente puoi farlo cliccando qui sotto, gratis e comodamente da casa.

Trova il mutuo più conveniente

Utilizza l’indice per orientarti nell’articolo:

  1. Spese per comprare casa da agenzia immobiliare
  2. Costi registrazione contratto preliminare
  3. Spese trascrizione compromesso
  4. Tasse acquisto prima casa
  5. Costi per comprare prima casa da costruttore
  6. Spese notarili acquisto prima casa
  7. Chi paga le spese notarili
  8. Costi legati al mutuo prima casa

Spese per comprare casa da agenzia immobiliare

Non si può dare un importo standard che vada bene per tutti e in tutte le situazioni. La media nazionale si attesta intorno al 3%, ma attenzione, leggi i prossimi paragrafi perché non è così semplice e qualche agente immobiliare poco corretto potrebbe provare un colpo basso!

Il primo metodo per calcolare la provvigione dell’agenzia immobiliare

Il primo metodo di determinazione della provvigione spettante all’agenzia immobiliare è l’accordo con l’acquirente. Solitamente questo è ciò che avviene, ma supponiamo che l’agente non ti abbia comunicato niente (e tu non abbia chiesto nulla…), sei libero di non pagare la commissione dell’agente immobiliare?

Non proprio…

Se vuoi evitare di rimanere fregato scopri come posso può aiutarti, richiedi un preventivo gratuito.

Usi e consuetudini per calcolare la commissione del mediatore

In mancanza dell’accordo con l’acquirente la provvigione deve essere determinata in base agli usi e alle consuetudini. Non lasciarti confondere dal nome, la raccolta degli usi e delle consuetudini è una cosa molto precisa.

Ogni camera di commercio ha la sua raccolta degli usi e consuetudini, per ogni settore. Quindi in Italia ne esistono più di 100 diverse!

In questo video il Dott. Paolo Bellini spiega molto bene il funzionamento di queste raccolte. 👇

Dott. Paolo Bellini – Usi e consuetudini settore immobiliare

Il giudice determina le provvigioni dell’agente immobiliare

In ultima analisi, in mancanza di un accordo, di tariffe o di usi e consuetudini il compenso dell’agente è determinato dal giudice secondo equità.

Cosa significa secondo equità? In poche parole… quanto il giudice ritiene corretto!

Ecco l’articolo del codice civile:

Art. 1755. (Provvigione).

Il mediatore ha diritto alla provvigione da ciascuna delle parti, se l’affare e’ concluso per effetto del suo intervento. La misura della provvigione e la proporzione in cui questa deve gravare su ciascuna delle parti, in mancanza di patto, di tariffe professionali o di usi, sono determinate dal giudice secondo equità.

Costi registrazione contratto preliminare

Complimenti! Hai fatto accettare la tua proposta e ti sei accordato con l’agente immobiliare per la sua provvigione, l’acquisto della prima casa sta diventando concreto… ma le spese non finiscono qui!

Quasi sicuramente dovrete stipulare un contratto preliminare. Obbligatoriamente deve essere registrato.

Si, ma quanto costa?

La registrazione in agenzia delle entrate (che ha unicamente scopo fiscale) ha un costo di 200 € più una marca da bollo da 16 € per pagina (comunque ogni 100 righe).

Oltre a questo dovrai anticipare una piccola parte della tassa di registro (che salderai completamente al rogito notarile), pari allo 0,5% dell’importo versato come caparra.

Se vuoi scoprire di più puoi leggere questo articolo.

Oltre a questo, nient’altro. Le agenzie di solito si occupano gratuitamente di registrare il contratto. Se hai acquistato da privato dovrai farti tu la fila e andarlo a registrare all’ufficio dell’agenzia delle entrate più vicino. 😱

Costo trascrizione compromesso

La trascrizione del contratto preliminare non è obbligatoria, ma consigliata nei casa in cui la compravendita comporta qualche rischio. Se vuoi capire se nel tuo caso potrebbe essere consigliabile puoi far analizzare la tua situazione.

I costi relativi alla trascrizione sono i seguenti (il Borsino Immobiliare):

  • l’imposta fissa di trascrizione (attualmente 200 euro)
  • i diritti fissi di trascrizione (attualmente 35 euro)
  • l’onorario del notaio ragguagliato al valore della cessione. (circa 600 euro per un immobile di 300.000 euro)

Qualche costo in più, ma ti assicuro che può evitarti molti problemi futuri!

Spese acquisto prima casa: le tasse

Le tasse per acquistare un immobile come prima casa sono il 2% del valore catastale rivalutato, con un minimo di 1000 euro (questo metodo di calcolo delle imposte si chiama Prezzo-valore).

Come si calcola il valore catastale? devi maggiorare del 5% la rendita catastale (la trovi sulla visura catastale) e poi moltiplicare per 110.

Ovviamente se avevi versato l’anticipo sulla tassa di registro all’atto della registrazione del preliminare, questo ti verrà detratto dal pagamento dell’imposta al momento del rogito.

Se non è la prima casa che compri, potresti avere del credito d’imposta da fare valere. Se vuoi capire se hai del credito di imposta puoi scoprirlo insieme a me, clicca qui.

Per dirla tutta, ci sarebbe anche un altro modo di calcolare l’imposta di registro, ovvero semplicemente il 2% del valore d’acquisto. Questa strada è solitamente più svantaggiosa rispetto a quella del prezzo-valore (si pagano più tasse insomma) e quindi utilizzata raramente.

Una cosa interessante da sapere è che in passato (fino al 2006) l’imposta di registro veniva sempre calcolata sul prezzo. In seguito, per evitare che venissero dichiarati prezzi falsi in atto (più bassi), è stata inserita la disciplina del prezzo valore.

Oltre all’imposta di registro dovrai pagare due piccole imposte, ipotecaria e catastale, che insieme ammontano a 100 €.

Costi per comprare prima casa da costruttore

L’acquisto prima casa da un costruttore non differisce nei costi, se non nella parte relativa alle tasse.

Se a vendere è un impresa costruttrice che ha costruito o ristrutturato negli ultimi 5 anni dovrà essere pagata l’iva pari al 4%, negli altri casi pagherai l’imposta di registro come descritta nell’ultimo paragrafo (oltre all’imposta ipotecaria e catastale).

Nel caso specifico in cui acquisterai casa direttamente dal costruttore, senza intermediazione di agenzia, non dovrai pagare le commissioni all’agente immobiliare ovviamente.

Leggi l’articolo: Acquisto della prima casa: la mia esperienza

Spese notarili acquisto prima casa

Anche per quanto riguarda le spese notarili non c’è una tariffa fissa, ma variano in base al luogo, al professionista e al valore dell’immobile.

Solitamente impattano in misura inferiore più è alto il prezzo dell’immobile e se devi fare anche un mutuo (per il notaio vuol dire guadagnare 2 volte) magari ti fa anche uno sconto.

La parcella del notaio è anche regolata nel Decreti Bersani (Legge 284/2006), dove si indica che, qualora si utilizzi il prezzo-valore come calcolo delle imposte, l’acquirente ha diritto ad uno sconto del 30% sulla parcella notarile.

Per dare un’ idea dei prezzi che potrebbe chiedere un notaio si può considerare un importo “medio” di 1500 € per un acquisto tra i 100.000 € e i 150.000 €.


Richiedi il tuo preventivo gratuito per l’acquisto della casa.


Chi paga le spese notarili

In linea generale, secondo la legge, le spese del notaio e della stipula sono a carico dell’acquirente.

Possono esseri presi però accordi differenti, niente lo vieta. I costi potrebbero essere completamente a carico del venditore oppure distribuiti fra le parti.

ATTENZIONE. Nel caso l’acquirente non paghi le tasse o la parcella del notaio, quest’ultimo potrebbe rivalersi anche sull’acquirente!

L’acquirente e il venditore, infatti, sono responsabili in solido per il pagamento di tasse e notaio.

Se stai avendo problemi di questo tipo puoi richiedere un preventivo gratuito per assistenza o consulenza legale con avvocato specializzato.

Costi legati al mutuo prima casa

Arrivato a questo punto ti sembrerà di bruciare i tuoi soldi, ma non demordere, sei quasi in fondo!

Se vuoi scoprire qual’è il mutuo migliore per le tue esigenze e capire subito la fattibilità ci sono diversi servizi online che ti permettono di farlo gratuitamente. Personalmente ti consiglio Mutui Supermarket.

Mutuo prima casa conviene?

Le spese relative all’ottenimento di un mutuo ipotecario che dovrai affrontare sono essenzialmente 4:

1) Istruttoria pratica di mutuo

L’istruttoria è quella fase in cui la banca analizza tutta la documentazione necessaria per valutare il merito creditizio del richiedente (in poche parole che tu non sia un cattivo pagatore e che abbia redditi sufficienti per sostenere l’impegno che il finanziamento bancario comporta) e l’adeguatezza dell’immobile a fungere da garanzia per il credito.

Solitamente ha un costo medio tra i 200 € e i 300 €

2) Perizia dell’immobile

La perizia è eseguita da un tecnico incaricato dalla banca e ha essenzialmente lo scopo di:

  • Stimare il valore dell’immobile per assicurare la capienza rispetto l’iscrizione dell’ipoteca.
  • Verificare l’eventuale presenza di irregolarità urbanistiche e/o catastali e di gravami (per esempio altre ipoteche).

Il costo varia generalmente tra i 150 e i 250 €.

3) Imposta sostitutiva acquisto prima casa

L’imposta sostitutiva per un mutuo prima casa è pari allo 0,25% dell’importo erogato.

4) Atto notarile di mutuo

spese acquisto prima casa: il notaio

Ebbene si, anche per il mutuo dovrai fare un atto proprio come nell’acquisto della casa. In fondo stai, passami il termine, “acquistando soldi dalla banca”.

Tutto questo significa che dovrai pagare un altro atto notarile, il costo è simile a quello di acquisto della casa (a volte leggermente più alto).

Spese per acquisto prima casa, conclusioni

A questo punto sai praticamente tutto quello che devi sapere riguardo ai costi per comprare la tua prima casa dei sogni!

So che tutto questo potrebbe spaventarti, ma non preoccuparti, controlla la pagina con i servizi che ti possono aiutare nel tuo percorso. Tranquillo, ne abbiamo per tutte le tasche, da quello gratis all’assistenza no-limits nel processo d’acquisto della tua nuova casa.

Nel caso l’articolo ti sia piaciuto, fammelo sapere con un mi piace e, se lo vuoi, condividilo con i pulsanti che trovi in cima e in fondo alla pagina! Mantenere un blog informativo come questo necessita di tanto lavoro e un semplice mi piace ci fa capire che tutto questo è apprezzato.

Se questo articolo ti è stato d’aiuto supporta il blog con un caffè!

 

Jacopo

Dal 2018 mi occupo di mercato immobiliare. Nel 2019 ho svolto operazioni immobiliare per poco meno di un milione di euro e negli anni ho lavorato con agenzie e aziende di settore, tra cui Facile Immobiliare e Facile Ristrutturare. Adesso aiuto le persone a realizzare i loro progetti di acquisto, vendita e investimento nel mercato immobiliare come consulente e con i contenuti settimanali sui miei siti e canale youtube. Nel tempo libero le mie passioni sono 3: Sport (in questo momento triathlon), studio e viaggi.

11 pensieri su “Spese Acquisto Prima Casa: agenzia, notaio, tasse…

  1. Buongiorno, perfavore ho bisogno avere po di idea su le spese di acquisto prima casa pagandola in contanti.casa è di valore 60.000€.io vorrei sapere circa quanto mi viene totale con tutte le spese (notaio,agenzia immobiliare…..)grazie

    1. Buongiorno Lydia, grazie per il commento.
      Un conto preciso non è possibile farlo perchè ci mancano alcuni dati, come la rendita catastale necessario per determinare le imposte o se intende o è necessario trascrivere il preliminare.
      Per quanto riguarda l’agenzia mediamente calcoli un 3% del prezzo pattuito, ma è comunque farsi fare un preventivo dall’intermediario perchè molti agenti al di sotto di certi importi chiedono una cifra fissa.
      La invito a leggere l’articolo dove trattiamo questo argomento, dove troverà il link per chiedere una consulenza al riguardo.

      https://jacopotartaglia.it/home/spese-acquisto-prima-casa-agenzia-notaio-tasse/
      Spero di essere stato utile.
      Vincenzo Tartagòlia
      Il Team Blog Immobilliare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Apri la chat
1
Serve aiuto?
Ciao! Sarò da te il prima possibile, intanto puoi scrivere la tua domanda 👉